Giornata Mondiale dell'Ipertensione

19 maggio 2018

Più del 30% della popolazione italiana adulta è affetta da ipertensione arteriosa, con percentuali ampiamente superiori nelle fasce più avanzate di età e quasi il 10% tra bambini ed adolescenti che risultano già ipertesi...

Giovedì 17 maggio è stata la Giornata Mondiale dell'Ipertensione e la clinica Montevergine sabato 19 maggio dalle 8.30 alle 13.30 ha aderito alla giornata di prevenzione, ha  offerto la possibilità di misurare la pressione e di eseguire una valutazione specialistica con i medici della struttura sanitaria.

“La malattia ipertensiva – spiega la dottoressa Paola Tesorio, responsabile del reparto di  cardiologia di Montevergine , rappresenta in Italia il più rilevante fattore di rischio per infarto miocardico e cerebrale, scompenso cardiaco, insufficienza renale e fibrillazione atriale.

Più del 30% della popolazione italiana adulta è affetta da ipertensione arteriosa, con percentuali ampiamente superiori nelle fasce più avanzate di età e quasi il 10% tra bambini ed adolescenti che risultano già ipertesi.

Il fatto è che un terzo degli italiani affetti da questa condizione ignora del tutto di esserlo ed è questo l'aspetto purtroppo più preoccupante”.

"L’iniziativa, si inserisce all’interno del costante impegno da parte della clinica Montevergine, per la prevenzione delle malattie cardiovascolari che costituiscono ancora oggi la prima causa di morte nel mondo. Una campagna di informazione e prevenzione che sta riscuotendo grande successo e apprezzamento.

Le malattie cardiovascolari determinano da sole circa il 40% dei decessi, superando di gran lunga la mortalità dovuta ai tumori.

Conoscerne i fattori di rischio e adottare uno stile di vita sano, smettendo di fumare, seguendo una corretta alimentazione e praticando una regolare attività fisica, è fondamentale per prevenirle".

Ideatrice della giornata rosa curata come sempre nei minimi dettagli, dell’ipertensione è stata la dottoressa Paola Tesorio, il check up gratuito infatti hanno  partecipato più  di 50 donne provenienti da tutta la Campania.